lunedì 17 luglio 2017

Il Canzoniere: "Delfini" di Domenico e Massimo Modugno

Parliamo oggi del brano dal titolo "Delfini" e cantato da Domenico Modugno in coppia con il figlio Massimo. La canzone, incisa nel 1993, scritta da Luigi Lopez e Franco Migliacci, è l'ultima incisione realizzata dal cantautore pugliese prima della scomparsa.
La canzone viene presentata dagli interpreti alla rassegna Sanremo Giovani, condotta da Pippo Baudo, ed alla trasmissione Domenica In, condotta da Mara Venier. Verrà inserita nell'album di Massimo "Delfini" ed in numerose raccolte antologiche di Domenico Modugno, che sarebbe venuto a mancare il 6 agosto dell'anno seguente. Della canzone venne anche realizzato un video.
Per quel che riguarda il testo del brano, invita a vivere la vita, tra difficoltà e bellezze, con leggerezza usando come metafora il mare e la giocosa libertà che hanno i delfini nel viverlo. I problemi e le disavventure che si incontrano nel mare della vita possono essere tante ma ci sono anche gli aspetti positivi e gradevoli che danno la forza ed il piacere di viverla. In fondo, gli autori ci parlano del naturale cammino terrestre consigliando di non prendersi troppo sul serio perchè nulla cambierà le leggi della natura e, quindi, di sorridere sempre alla vita. 

DELFINI (Domenico e Massimo Modugno)

Tanto tempo fa, un grande filosofo indiano scrisse:
"Nel mare della vita, i fortunati vanno in crociera,
gli altri nuotano, qualcuno annega…".

Ehi, capitano mio,
vado giù.
Non è blu questo mare,
non è blu.
Tra rifiuti, pescecani ed SOS
vado alla deriva, sto affogando.

Che cacchio stai dicendo?
Affoghi in un bicchiere!
Sai nuotare come me, più di me:
ce la fai se lo vuoi, sì che puoi!
Prendi fiato e vai, vai, che ce la fai!

Sai che c'è?
Non ce ne frega niente
dei pescecani
e di tanta brutta gente:
siamo delfini,
è un gioco da bambini il mare.

Ehi, capitano mio,
c'è una sirena:
dice che mi ama,
forse credo, non lo so.

Lo saprai se anche tu l'amerai:
non ci si nega mai
a chi dice sì!
Dille di sì, sì, sì.

Sai che c'è?
Non ce ne frega niente!
Sirene o no,
noi ci innamoriamo sempre.
Siamo delfini,
giochiamo con le donne belle.
Sai che c'è?
Non ce ne frega niente,
il mare è, è un letto grande, grande:
siamo delfini,
è un gioco da bambini il mare.

Mare, facci sognare tu!
Nei tuoi fondali verdi e blu,
quanti tesori immensi sommersi.

Ehi, capitano mio
siamo accerchiati
da cento barche
arpioni, ami e cento reti.

Fuggi via, tu che sei più veloce!
Mi hanno solo ferito,
ma sopravviverò.

Sai che c'è?
Non ce ne frega niente!
La vita è, è morire cento volte:
siamo delfini,
giochiamo con la sorte.
Sai che c'è?
Non ce ne frega niente!
Vivremo sempre,
noi sorrideremo sempre:
siamo delfini,
è un gioco da bambini il mare.

Sai che c'è?
È un gioco da bambini, il mare.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |