In evidenza

Achille Lauro: uscito il nuovo singolo dal titolo "16 marzo"

(Ansa) "Cari amici, sono nuovamente qui a scrivervi, in un periodo in cui scrivere è uno dei pochi modi che abbiamo di tenere vivo...

lunedì 6 aprile 2020

Achille Lauro: uscito il nuovo singolo dal titolo "16 marzo"

(Ansa)
"Cari amici, sono nuovamente qui a scrivervi, in un periodo in cui scrivere è uno dei pochi modi che abbiamo di tenere vivo il contatto umano. Oggi vi parlo di un sentimento comune a tutti. Qualcosa di così irreale da diventare affascinante. Così affascinante che me ne sono avvelenato. Nel mese dei nuovi amori, il mese in cui ognuno torna da chi non lo starà cercando più. È una tempesta dentro me. È ciclica. Perdere tutto per inseguire un'illusione. Oggi sono senza costume, senza trucco, innamorato di un ricordo. Vi presento il nuovo me. Ve lo affido" ha dichiarato il cantante Achille Lauro, annunciando così l'uscita del nuovo singolo dal titolo "16 Marzo".

"È come se lo avessimo già fatto. Già sentito. Sempre esistito. A volte c'è qualcosa di mistico. Sembra che le canzoni si compongano da sole, che abbiano un'anima propria o che ce le stiano donando dal cielo. Il vestito che dovrà avere questo brano è quello che eravamo. Nostalgico come il passato. È come ripensare a quando si aveva 9 anni. Qualcosa di talmente inesistente ormai, da diventare affascinante. Talmente affascinante da avvelenarmi. Era solo una lettera per lei" ha dichiarato ancora lo stesso Achille Lauro, parlando del suo brano prodotto con Gow Tribe.

domenica 5 aprile 2020

"Canzone sul balcone": il ritratto dell’Italia vista dagli occhi di un artista di strada


MILANO. "Se chiudo gli occhi vedo il mare e la vita che vorrei". Cosi recita il ritornello di "Canzone sul balcone", il nuovo singolo di Salba, cantautore di 28 anni che, con la sua musica, ha voluto regalare un messaggio di speranza al mondo intero dal balcone del suo appartamento a Milano.

Salvatore Battaglia, in arte Salba, originario di Vittoria (Ragusa), è stato uno dei primi artisti ad aderire ai flashmob sonori sui balconi delle case degli italiani durante il periodo di quarantena attuata per risolvere il problema del contagio da Coronavirus.
"Canzone sul balcone" nasce in una notte insonne di metà marzo: "Ho voluto ritrarre – racconta Salba – il mio nuovo mondo visto dalla finestra della mia stanza". 
L’artista ha deciso così di lanciare il suo messaggio ad occhi chiusi, sognando il mare, la sua isola meravigliosa, sperando di riabbracciare presto i suoi cari e tornare a cantare per le strade delle città, riprendendo in mano la propria vita, i viaggi e i concerti, con lo sguardo al futuro e al momento in cui finalmente "saremo di liberi di andare per le vie della città".
Il video della canzone è stato magistralmente girato da Alessandro Alliaudi, inquilino al piano terra del palazzo in cui abita anche Salba e due non si erano mai presentati prima di questa esperienza.
La musica oggi più che mai accende la creatività e l’entusiasmo di tutti.
"Canzone sul balcone" è il ritratto dell’Italia di oggi, vista dagli occhi di un artista di strada, un ragazzo che con la sua musica vuole dare il suo contributo al mondo.
Per rimanere in contatto con l'artista si può usare Instagram tramite l'account Salba sono io, www.instagram.com/salbasonoio.

sabato 4 aprile 2020

Danti: uscito il nuovo brano dal titolo "Canzone Sbagliata" con Luca Carboni e Shade


Novità nel panorama musicale nazionale: il 3 aprile è uscita la "Canzone Sbagliata", edita da Time Records, di Danti. Il cantante, nel suo brano, ha voluto coinvolgere Luca Carboni e Shade.
    
"Cantare insieme a Luca è stato davvero un grande regalo" ha dichiarato Danti "ed è un piacere tornare a collaborare con Shade. Se vi dico che il brano che ho ascoltato di più nel 2019 è stato 'Fragole buone buone' di Luca? Appena abbiamo registrato il brano ho capito che era la persona giusta per la canzone sbagliata!".
"In questo strano e difficile momento, è stato davvero liberatorio cantare con Danti e gli altri amici questa canzone sbagliata. Consapevole che, in fondo, non c'è niente di sbagliato se questa montagna di errori vi porterà a cantare e sorridere come abbiamo fatto noi" ha dichiarato, invece, Luca Carboni.
"Ci siamo divertiti a sbagliare, perché fare sempre tutto giusto sarebbe monotono, no? Non c'è una formula magica per fare le hit ma sicuramente un ingrediente che aiuta è il divertimento, e quello in studio con Danti non manca mai" ha sottolineato Shade.

venerdì 3 aprile 2020

Noa: sabato 4 aprile concerto in streaming per l'iniziativa "Il jazz italiano per Bergamo"

(Ansa)
Grandi novità per la cantante israeliana Noa, la quale ha aderito all'iniziativa "Il jazz italiano per Bergamo", lanciata nei giorni scorsi da I-Jazz insieme a Bergamo Jazz Festival e Fondazione Teatro Donizetti per sostenere tramite l'onlus Cesvi l'ospedale Papa Giovanni XXIII.
    
Sabato 4 aprile alle 19, infatti, Noa trasmetterà un concerto in streaming, con il chitarrista Gil Dor. Il concerto sarà trasmesso anche sui canali social di I-Jazz e dai suoi associati.
"Ho ancora un ricordo bellissimo di quei giorni trascorsi a Bergamo, quando ho girato il videoclip de 'La vita è bella, anche perché ero in attesa da tre mesi del mio primo figlio, Ayehil, che tra poco compirà 19 anni. La vita è bella rappresenta un punto importante della mia carriera: nei nostri concerti eseguiamo sempre questa canzone. Ora Bergamo sta soffrendo moltissimo e abbiamo quindi deciso di organizzare questo concerto virtuale. La musica è la nostra estrema medicina d'amore" ha dichiarato la stessa cantante Noa su Facebook.

giovedì 2 aprile 2020

Michele Bravi: rimandata a data da destinarsi l'uscita dell'album "La geografia del buio"

(Ansa)
Novità nel panorama musicale nazionale: è stata rimandata ancora, e a data da destinarsi, l'uscita di "La geografia del buio", il nuovo album di Michele Bravi, prevista prima per il 20 marzo e poi per il 17 aprile. Una decisione presa a causa del perdurare della situazione legata all'emergenza sanitaria.
    
"Sono sicuro che ci sarà il tempo e lo spazio giusto per condividere e scoprire La geografia del buio ma adesso dobbiamo comportarci come una comunità che sta lottando per rialzarsi e rimanere a casa. A tutte le persone che aspettavano con curiosità e impazienza un mio lavoro discografico dico grazie del calore dimostrato finora e chiedo, con il cuore in mano, di rimanere uniti come una famiglia paziente" ha dichiarato Michele Bravi.