venerdì 7 luglio 2017

Parco Gondar Gallipoli: sabato 8 luglio 2017 party d'apertura con i live di La Municipal, Opa Cupa, Mistura Louca con Cesko e Chimango

La Municipal
GALLIPOLI (LE). Sabato 8 luglio 2017 ufficialmente al via la stagione estiva del Postepay Sound Parco Gondar con un grande party free entry e la musica delle eccellenze del territorio salentino, con La Municipal, gli Opa Cupa, Mistura Louca con Cesko ospite speciale della formazione, e Chimango.
Ad aprire e chiudere la serata, le scatenate selezioni rock di Washing Rock Machine, Andy Bello e DnaDj.
La Municipàl, duo salentino composto da Carmine e Isabella Tundo, macina live su live dal suo primo album, "Le Nostre Guerre Perdute", annunciato da George, l'ultimo singolo di una serie di anticipazioni che dal 2014 racconta il viaggio intimo delle Nostre Guerre Perdute, con storie basate sulle conflittualità tipiche di una relazione e sulla difficoltà di vivere se stessi in maniera serena.
Con il grido d’esortazione alla danza degli zingari del Sud-Est Europa, gli OPA CUPA sono un progetto musicale nato nel Salento, in cui Cesare Dell’Anna mischia le carte per l’ennesima volta sfidando se stesso, amalgamando immaginari colti con espressioni popolari. Il sound degli Opa Cupa è sfrontato, sprezzante del pericolo di osare che viene rovesciato ed utilizzato per giocare. Il risultato è un viaggio che non può essere raccontato, bisogna farsi trascinare in un mondo in cui l’arcobaleno ritmico disegna la strada percorsa dai musicisti; un viaggio che si affronta scalzi nonostante sotto i piedi ci siano le macerie delle periferie non ricostruite dell’Est Europa, mentre spira a tratti un vento dal Maghreb e a tratti la brezza marina dal Salento.
La traduzione letterale dei Mistura Louca, Miscuglio Pazzo, esprime al meglio la grande varietà di stili musicali proposti negli spettacoli della band: ragge, punk, ska e gypsy punk non tralasciando anche qualche sonorità della Grecìa Salentina. Nati nel 2011 con uno spettacolo ispirato ai live dell'artista di Manu Chao, allargando poi i propri confini musicali includendo nel repertorio Gogol Bordello, Bob Marley, Bandabardò e tanti altri. La Band Salentina è composta da Marco Giaffreda (Voce e chitarra classica), Valeria Marulli (Voce), Luigi Tarantino (Fisarmonica e voce), Ylenia Giaffreda (Violino e cori), Edoardo Albanese (Chitarra elettrica), Federico Pecoraro (Basso), Alberto Manco (Batteria).
Sabato 15 luglio invece al via l'Hip Hop South Festival, con GHALI, fenomeno rap del momento, a fare gli onori di casa. Il rapper milanese di origine tunisine arricchisce con il suo rap “mainstream” l’offerta musicale del Postepay Sound Parco Gondar, e si alternerà sul palco con MECNA, altra punta di diamante della scena rap italiana, fresco di stampa del suo nuovo singolo, “Malibu”, estratto dall’album “Lungomare Paranoia”. A completare la lineupd dell’ Hip Hop South Fest, per open e after: Roubens & Larry Joule, Float to Flow, Trevor, Matteo Blast, Illest Bitz, Dj Dmind, Kawabonga Party – Kalibandulu, MightyBass, Tetrixx, Run It Sound.
I ticket al prezzo di 18 € + dp sono disponibili online su www.bookingshow.it e in tutti i punti prevendita autorizzati Bookingshow.
Martedì 18 luglio è in arrivo a Gallipoli uno special guest d'eccezione, un ospite internazionale che ritorna sul nostro palco dopo i due live più indimenticabili della storia di tutte le edizioni del Parco Gondar! È MANU CHAO, l'artista che più rappresenta il Parco, il carismatico ideatore della patchanka, che lo ha reso celebre in ogni parte del mondo e che per l'UNICA DATA ITALIANA del suo tour europeo sceglie di ritornare nel Salento per una grande festa esclusiva!
Sono terminati i 2000 ticket in promozione per l'UNICA DATA ITALIANA di MANU CHAO al Parco Gondar di Gallipoli! Altri 1500 ticket al prezzo di 18 € + dp sono disponibili online su www.bookingshow.it e in tutti i punti prevendita autorizzati Bookingshow.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |