mercoledì 8 aprile 2015

Santino Cardamone, il ritorno del cantautore calabrese con il nuovo singolo 'La Canzone del Mulo'

di Redazione - Arriverà questo mese in tutti i digital store 'La Canzone del Mulo' il nuovo e attesissimo brano del cantautore calabrese Santino Cardamone, pubblicato per la 'Hot Pepper Label'. Il singolo anticipa l'album 'Uomini ribelli, in uscita il 17 maggio in versione fisica e digitale. ''La canzone del mulo - spiega Santino - racconta dell'attuale realtà che vivono molti italiani, fatta di sacrifici e momenti difficili. Ma è anche un inno a non arrendersi mai e continuare a lottare''. Un brano che parla di un futuro migliore, di illusioni e del mondo schiavo dei social network con un sound morbido e d'impatto. L'artista calabrese dopo la pubblicazione del suo disco d'esordio 'Terra, amore e libertà e il precedente singolo 'Amsterdam', ritorna sulla scena con il suo stile interpretativo è inconfondibile. Il suo marchio è una raffinata rabbia che traspare nei suoi testi pieni di voglia di riscatto della gente del sud e dei loro amori, di ingiustizie, di potere, di sacrifici e voglia di riscattarsi. Il 5 aprile ha aperto il concerto della nota rock band Modena City Ramblers allo "Zoom"di Marcellinara (CZ), dove ha presentato il nuovo brano. Nato e cresciuto a Crotone all'età di 11 anni, comincia a conoscere ed amare la musica, decidendo che lo strumento della sua vita sarà la chitarra. Inizia a prendere lezioni da grandi maestri come Pietro Aldieri e Vincenzo Colosimo. A 19 anni si trasferisce a Bologna dove frequenta il Dams. Nel capoluogo emiliano acquisisce una buona cultura che lo farà acquistare, uno stile autentico, interpretativo è inconfondibile. Il suo marchio è una raffinata rabbia che traspare nei suoi testi pieni di voglia di riscatto della gente meridionale, dei loro amori, di ingiustizie, di potere, di bevute, di potere e sudore.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |