mercoledì 22 aprile 2015

'Nu-Shu': il duo rock pubblica l'omonimo album

Nel loro sound traspare quel sapore di rock innovativo e geniale, che ti porta in un'altra dimensione. Il duo rock pugliese dei 'Nu-Shu' hanno pubblicato il loro omonimo progetto discografico, presentato in esclusiva in una meravigliosa cornice come quella delle Officine Cantelmo di Lecce. I Nu-Shu (Carmine Tundo (batteria - voce) e Giuseppe Calabrese (basso – chitarra) pubblicano il nuovo album, dopo un'intensa gavetta nel mondo della musica. L'album esce per l'etichetta 'La Rivolta Records' ed è distribuito da Self. Composto da dieci brani intensi e riflessivi, i brani abbracciano vari generi musicali, passando dal funky dei Red Hot Chili Peppers al rock elettronico dei Muse. Il nome nü shu (letteralmente "scrittura delle donne") è stata la scrittura utilizzata segretamente nella Provincia dello Hunan dalle donne del popolo Yao dopo la conquista cinese, avvenuta nel XVII secolo. Esse, non abituate ad una società maschilista come quella (la società Yao era matriarcale), dove solo gli uomini potevano partecipare alla vita politica, mentre le donne dovevano condurre una vita casalinga, svilupparono questo linguaggio, sconosciuto agli uomini, che veniva cantato durante le "riunioni" delle donne in cucina. Gli uomini cominciarono ad interessarsi a quello strano linguaggio solo negli anni '50 del XX secolo, ma nonostante il governo cinese avesse chiamato i migliori esperti in materia, non si riuscì a decifrare il nü shu. Nati nel giugno del 2013 da un’idea di Giuseppe calabrese aka Pask1(basso) e Carmine Tundo aka Romeus(batteria e voce) con due anni di attività alle spalle, il duo pubblica il singolo FUNKY SUPERSTARS a settembre dello stesso anno, e oltre ad un intensa attività live, aprono nel corso del 2014 alcuni concerti tra i quali CALIBRO 35 e Apres La Classe. Vincono il SOUNDTRU FESTIVAL, organizzzato da Gaia Trussardi, esibendosi nell’omonimo store di Parma. Chi sono i Nu-Shu? Carmine Tundo, conosciuto meglio come ROMEUS, partecipa al Festival di Sanremo nel 2010 in gara nella sezione giovani con il brano “Come l’Autunno”. Presenta l’album d’esordio “ROMEUS”, prodotto da Corrado Rustici e registrato da David Frazer in California. Il disco esce lo stesso anno con Sugar, grazie alla collaborazione di Caterina Caselli. Nel 2011 è il vincitore assoluto di MUSICULTURA con il brano “Caviglie stanche”, assicurandosi anche il premio della critica. Nel 2013 lancia inoltre un altro progetto pop d’autore dal nome La Municipàl. Ad oggi continua la sua attività da produttore, arrangiatore e autore, che lo porta a scrivere canzoni per artisti emergenti e non, come ”Il tempo non inganna” scritta a quattro mani con Malika Ayane, diventata poi singolo dell’album “Ricreazione” che la stessa Malika pubblica nel 2012. Giuseppe Calabrase ha all’attivo diversi progetti musicali, come i JACK IN THE HEAD, band elettro-rock in attività dal 2009, con all’attivo un disco omonimo pubblicato nel 2011. Lo stesso anno vincono l’Heineken Jammin Festival e condividono il palco con i Coldplay, Verdena e molti altri artisti della scena musicale italiana e internazionale.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |