martedì 27 aprile 2021

Romano, ''Coniugi Arnolfini'' è il nuovo singolo. INTERVISTA


Romano, tra i più promettenti musicisti e cantautori italiani, dopo aver collezionato una serie di prestigiosi riconoscimenti – tra cui il Premio “De André” nel 2016, il Premio della Critica, il Premio Migliore Interpretazione “Andrea Parodi” con la band Tamuna ed il Premio SIAE “Sergio Endrigo” con Francesco Vannini –, torna con “Coniugi Arnolfini” (MCN Dischi), il suo primo progetto solista.

Il brano, che vede alla produzione esecutiva Lello Analfino ed a quella artistica Francesco Prestigiacomo, vanta la collaborazione di Christian Rigano (già per Jovanotti, Tiziano Ferro, Giorgia e molti altri), che ne ha curato mix e mastering e fa da apripista ad una serie di lavori dal raffinato approccio elettro-bohémien.


Ciao Romano, “Coniugi Arnolfini” è il tuo nuovo singolo. Parlaci un po’ del pezzo e di cosa ti ha spinto a scriverlo

È un pezzo molto personale, in cui immagino un posto ideale come luogo di conciliazione. Negli ultimi anni ho cambiato tante case e città, ognuna di queste case aveva qualcosa che non andava. Per un anno ho abitato in una casa in cui non entrava mai la luce del sole, per me cresciuto in una casa di fronte al mare è stata un’esperienza terribile. L’idea della canzone mi è venuta in autostrada mentre tornavo da Bologna dalla casa della mia compagna. È partito questo film nella mia testa, e arrivato a casa ho dovuto subito registrarlo.

Cosa ascolta Riccardo Romano nella sua quotidianità e quali sono i suoi artisti preferiti?

Diceva Duke Ellington che “esistono due generi di musica: quella buona e tutto il resto”. Io cerco di interessarmi alla prima, ne ascolto davvero tanta, spaziando tra tanti stili. Nell’ultimo periodo ho ascoltato molto Sufjan Stevens, Bon Iver e Ben Howard, mi piacciono molto i cantautori italiani (sono un fanatico di Lucio Dalla). Vado molto a periodi, come tutti credo.

Ti piacerebbe duettare con qualche artista e, se si, con chi?

Certo che mi piacerebbe, ma è difficilissimo rispondere. Se penso alle mie canzoni dico che mi piacerebbe fare un featuring con Niccolò Fabi sicuramente. Mi piacerebbe anche Samuele Bersani, e mi incuriosisce il modo di scrivere di Willie Peyote.



Prossimi progetti?

Stiamo lavorando al disco e in estate usciremo sicuramente con un altro singolo.

Cosa pensi dei talent?

Sono la manifestazione dell’industria musicale di oggi. Mi sentirei a disagio a parteciparvi, ma riconosco essere un amplificatore enorme in un mare senza fine di musica. Credo siano spettacoli televisivi che, pertanto, seguono quel tipo di logica: la gara, la storia strappalacrime, l’hype del momento.


1 commento:



  1. I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 70.000€ senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: combaluzierp443@gmail.com

    RispondiElimina