mercoledì 29 luglio 2020

Fabio Rovazzi: "Il periodo della quarantena è stato un vero incubo personale: mi ha inghiottito nel buio"

(Ansa)
"Avrei davvero voluto darvi una canzone per ballare e scatenarvi quest'estate. Purtroppo non è successo. Il periodo della quarantena è stato un vero incubo personale: mi ha inghiottito nel buio più totale e mi ha sputato fuori cambiandomi" ha dichiarato Fabio Rovazzi.
    
"È stata un'occasione per fermarsi a riflettere sulle priorità della vita. Spesso, sopratutto di questi tempi, non ci rendiamo conto delle cose realmente importanti. Avrei potuto fingere, in studio e sul palco, di essere felice. Purtroppo non sono capace. Le canzoni sono sempre state un prolungamento del mio stato d'animo e se fossi stato costretto a farne una ora sarebbe uscito un pezzo strappalacrime drammatico (che vi evito molto volentieri). A fine agosto vi annuncerò una operazione a livello mondiale che vi manderà fuori di testa" ha dichiarato ancora Fabio Rovazzi sui suoi profili social.

0 commenti:

Posta un commento