sabato 23 febbraio 2019

Il Canzoniere: "La bella tartaruga" di Bruno Lauzi

Il Canzoniere oggi propone il brano "La bella tartaruga" cantato da Bruno Lauzi. Il brano, del 1975, è stato la sigla televisiva del programma televisivo "Anteprima di un colpo di fortuna".
Il brano parla della tartaruga, che ritrova piano piano, la felicità nelle cose semplici.

LA BELLA TARTARUGA (Bruno Lauzi)

La bella tartaruga che cosa mangerà?
chi lo sa?
chi lo sa?
Due foglie di lattuga e poi si riposerà
ah ah ah!
ah ah ah!

La tartaruga
un tempo fu
un animale che correva a testa in giù;
come un siluro filava via
che ti sembrava un treno sulla ferrovia;
ma avvenne un incidente,
un muro la fermò,
si ruppe qualche dente
e allora rallentò.
La tartaruga,
da allora in poi, lascia
che a correre pensiamo solo noi,
perché quel giorno, poco più in là,
andando piano lei trovò
la felicità:
un bosco di carote,
un mare di gelato,
che lei correndo troppo non aveva mai guardato,
e un biondo tartarugo corazzato
che ha sposato un mese fa!

La bella tartaruga nel mare va perché
ma perché?
ma perché?
Fa il bagno e poi si asciuga dai tempi di Noè
eh eh eh!
eh eh eh!

La tartaruga
lenta com’è
afferra al volo la fortuna quando c’è;
dietro una foglia, lungo la via,
lei ha trovato la per là
la felicità:
un prato d’insalata,
un lago di frittata,
spaghetti alla chitarra per passare la serata,
un bosco di carote,
un mare di gelato,
che lei correndo troppo non aveva mai notato,
e un biondo tartarugo corazzato
che ha sposato un mese fa!

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |