venerdì 30 giugno 2017

Il Canzoniere: "Tre parole al vento" di Mino Reitano

Parliamo oggi del brano intitolato "Tre parole al vento" e cantato da Mino Reitano. Il brano, con etichetta Durium e pubblicato nel 1973, è ritenuto tra i brani migliori del cantante, il quale riuscì a conquistare il terzo posto nella classifica finale de "Un Disco per l'Estate" del 1973.
Il brano, scritto da Luciano Beretta, Paolo Limiti, Francesco Reitano e lo stesso Mino Reitano, racconta di una donna innamorata del proprio uomo e l'uomo non riesce a capire cosa lega quest'amore a lei: e sono proprio "tre parole al vento".

TRE PAROLE AL VENTO (Mino Reitano)

L'alba arriva piano piano,
come sempre sei vicino, felice, addormentata.
Amore, perché stai con me?
Non ci lega proprio niente,
né una casa né la gente
e tu potresti avere di meglio dall'amore,
di meglio dal tuo uomo
e invece che cos'hai da me?

Sì, tre parole al vento,
mentre tu potresti avere il mondo per te.
E tre parole al vento,
questo, sì, è quello che hai da me.

Ogni giorno è un'avventura,
arrivare fino a sera,
incontro a chissà cosa,
ai sogni che hanno casa in me.
Dentro, nonostante tutto, 
io mi dico: "sono matto",
perché ti dovrei dare di meglio dall'amore,
il meglio del tuo uomo
e invece che cos'hai da me?

Sì, tre parole al vento,
mentre tu potresti avere il mondo per te.
E tre parole al vento,
questo, sì, è quello che hai da me.
Sì, tre parole al vento,
mentre tu potresti avere il mondo per te.
E quando si fa sera,
io lo so, sei sempre qui con me.


0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |