mercoledì 10 maggio 2017

Distinto: "Il nostro album 'C'est la vie' racchiude la vita e si apre alla voglia di fare"

Grandi novità nel panorama musicale nazionale: vi presentiamo il gruppo musicale "Distinto". Si tratta di una band di songwriting con influenze pop-rock nata nel 2011 dall'unione di Daniele Ferrazzi, chitarrista e Daniela D'Angelo, cantante. A completare il gruppo, Ivano Rossetti al basso e Mamo Iodrums alla batteria. Nel 2013 la band realizza il suo primo album "In Genere", registrato in presa diretta e che rimanda al pensiero dell’eterno divenire, del moto perpetuo. L’album non vuole ambire alla perfezione stilistica, ma portare le sonorità pop che lo caratterizzano a un livello visionario ed emotivo, pur raccontando frammenti di vita vissuta con lucidità. Nel 2014 Distinto rientra in studio per registrare l'EP "Le Stanze", il cui sound è arricchito dalla presenza della sezione ritmica. Le Stanze vuole rappresentare un percorso segnato dal tempo che passa e dalle divagazioni che si possono incontrare lungo la strada. A novembre 2016 è uscito il nuovo album, intitolato "C’est la vie" con la direzione artistica di Vito Gatto. La sua creazione è stata "guidata" dallo spirito di Amdusias, l’unicorno che ha il potere di svelare le armonie profonde della musica, una presenza evocativa che come uno strumento invisibile comanda alcuni momenti inspiegabili della nostra vita a cui siamo soliti dare come risposta: “c’est la vie…” Tra agosto e settembre 2016 l’album è stato presentato in un mini-tour promozionale "Nella mia nuova casa"​, pensato per proporre C’est la vie in anteprima e in unplugged negli spazi di 5 case, partendo da Crema, passando per Lissone, Gallarate, Torino e Milano​ nel corso di poco più di un mese, con un pubblico selezionato. Abbiamo avuto modo di intervistare i componenti del gruppo: 

D. Cosa racchiude questo nuovo progetto?

R. Il progetto Distinto è formato al momento da quattro musicisti: Daniela D’Angelo alla voce, Daniele Ferrazzi alla chitarra, Ivano Rossetti al basso e Fabio ‘China’ Giussani alla batteria.
Il nostro ultimo disco, C’est la vie, ha visto la collaborazione alla batteria di Mamo Iodrums (Io Drama), Vito Gatto (Io Drama) alla direzione artistica e all’elettronica ed è stato registrato e mixato presso Wasabi Studio di Milano, coinvolgendo tante altre persone entusiaste che ci hanno aiutati a realizzare un prodotto come lo desideravamo. Racchiude il privilegio e la gioia, come anche l’immensa sofferenza che a volte scaturisce dal suonare la propria musica e scrivere le proprie canzoni, con tante energie e tanto lavoro. Sicuramente racchiude la vita e si apre alla voglia di fare, esserci e camminare.

D. Da cosa nasce la scelta del titolo del disco?

R. Abbiamo scelto come titolo C’est la vie perché è un’espressione di uso comune, che comprende la parola vita e in cui tutti possono ritrovarsi un giorno o l’altro… avremmo potuto intitolarlo in inglese Shit happens oppure Así es la vida in spagnolo… ma poi abbiamo optato per un francesismo. C’est la vie è una frase che si usa al cospetto di avvenimenti da noi poco controllabili, a volte inspiegabili ed è un modo per prenderne atto con forza e andare avanti, anche con un po’ di sana ironia… la vita è piena di imperfezioni ed eventi che non vanno lisci come vorresti. E’ anche il motivo per il quale abbiamo scelto di chiamarci Distinto e non Ottimo.

D. Quali sono le tematiche dei vostri brani?

R. Ci sono alcune tematiche comuni sia in C’est la vie che nei nostri precedenti lavori (In Genere e Le stanze) ed è perciò che abbiamo deciso di riprendere un brano a noi molto caro e riarrangiarlo per inserirlo nella track list di C’est la vie: il titolo è Il mondo non aspetta e tratta dell’annosa questione del tempo che passa, che ingoia tutto e ti lascia indietro, in mezzo al mondo frettoloso, senza nessuno che ti venga a cercare o salvare. Sembra una visione pessimistica, ma in realtà è un messaggio di riscossa verso se stessi, un incitamento a reagire e combattere. Poi ci sono canzoni come Clorofilla, che parla di amore assoluto e contagioso oppure Lili d’agosto, che con il suo ritmo incalzante cerca di rendere l’idea della velocità e della vita.

D. Dove possiamo ascoltarvi dal vivo?

R. I prossimi concerti saranno a Milano e zone limitrofe. Ecco date e luoghi: 13 Maggio, Tambourine di Seregno (in duo acustico); 19 Maggio, Blues House di Milano (full band, in apertura ai Naga), il 20 Maggio, Circolo Quarto Stato di Cardano al Campo, Varese (full band). Date sempre in aggiornamento.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |