martedì 25 giugno 2013

Parla Alex Winehouse: ''Mia sorella uccisa dalla bulimia''

di Redazione - Per la prima volta parla Alex Winehouse, fratello della cantante black Amy Winehouse, morta l'estate di due anni fa nella sua abitazione londinese. La vera causa della morte della sorella minore Amy (scomparsa a Londra nel 2011) non sarebbe legato all'uso di sostanze stupefacenti o dai disturbi alimentari. "Soffriva molto di bulimia, bastava guardarla per capirlo - ha rivelato all'Observer - Forse sarebbe morta comunque, visto la vita che conduce, ma la cosa che l'ha uccisa è stata la bulimia. Se non avesse avuto questo problema sarebbe stata più forte". Quando aveva 17 anni la Winehouse frequentava un gruppo di ragazze che "lo facevano sempre. Mettevano un sacco di salse sul cibo, li divoravano e poi correva a vomitare - racconta Alex - Loro hanno smesso di farlo, ma Amy non ha mai davvero smesso... Noi sapevamo cosa faceva ma era quasi impossibile contrastarlo, specialmente perchè è un argomento di cui non si parla mai".

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Preferiti Altri

 
Design by Gdp | Auto Notizie è un supplemento editoriale del Giornale di Puglia. Tutti i diritti sono riservati. BARI 2016 |